Estate 2015|03 – Aumenta la differenza tra ricchi e poveri

Barometro IPL | Mobilità sociale | Pari opportunità | Povertà | Redditi | 27 Luglio 2015

I lavoratori dipendenti descrivono l’Alto Adige come una terra in cui le disuguaglianze tra ricchi e poveri non solo sono elevate ma anche dove sono aumentate negli ultimi dieci anni.

Dall’indagine emerge, infatti, che per l’87% degli intervistati le differenze tra ricchi e poveri sono abbastanza o molto pronunciate ed appena per un 13% abbastanza o molto piccole. E c’è di più: per l’82% le disuguaglianze sono aumentate negli ultimi dieci anni, mentre solo per il 3% sono diminuite. Studi effettuati a livello nazione mettono in luce che le disuguaglianze in Italia sono dovute alla diversa distribuzione della ricchezza piuttosto che alle differenze di reddito: infatti, il 10% delle famiglie più ricche detiene il 46,6% della ricchezza netta totale (Banca d’Italia, 2012). Ricchezza distribuita in modo diseguale il più delle volte significa anche scarsa mobilità sociale, ossia diseguali opportunità per migliorare la propria condizione economico-sociale. “Ed è proprio questo che rileviamo come problema”, afferma Irene Conte, che all’interno dell’Istituto cura il Barometro IPL.

graf_disuguaglianze_itStando a quanto affermano due lavoratori dipendenti su tre, le disuguaglianze in Alto Adige sono dovute principalmente al reddito, alla ricchezza e alle conoscenze della famiglia d’origine, piuttosto che alle capacità personali e al duro lavoro. “E’ importante che in primo luogo venga garantita a tutti un’istruzione di qualità”, continua Irene Conte. “Inoltre, è da tempo che sosteniamo che per appianare le disuguaglianze, la tassazione debba essere spostata dai redditi da lavoro ai patrimoni.”

Il costo della vita in Alto Adige è particolarmente alto

Se da una parte la maggioranza dei lavoratori dipendenti in Alto Adige è soddisfatta della propria retribuzione rispetto alla loro prestazione e al titolo di studio conseguito, più della metà si dichiara insoddisfatto se viene messa in relazione al costo della vita di Bolzano.

Guadagnare di più, ma come?

Se è vero che le retribuzioni sono lievemente aumentate in termini nominali anche in questi ultimi anni di crisi, l’effetto si annulla depurando questi valori per l’inflazione. Come reagire allora per guadagnare di più? Gli intervistati preferiscono lavorare più ore o aumentare le mansioni e le responsabilità sul lavoro. Pochi invece quelli disposti a trovare un secondo lavoro o a cambiarlo.

Slides Focus Disuguglianze e retribuzioni