Estate 2016|02 – Dati chiave ok, clima di fiducia in flessione

Barometro IPL | Congiuntura | Futuro | Lavoratori e lavoratrici dipendenti | 28 Luglio 2016

Alto Adige: gli indicatori reali sono migliori del clima di fiducia

In Alto Adige gli indicatori del clima di fiducia dei lavoratori dipendenti sono prevalentemente in flessione, tuttavia non in misura marcata come a livello nazionale. Tra gli aspetti positivi si rimarcano la sicurezza del proprio posto di lavoro (percepito non a rischio dal 93% degli intervistati) nonché la prospettiva di trovare un posto di lavoro equivalente (si realizza qui il migliore valore dall’inizio delle indagini nell’estate 2013). Ma gli aspetti critici non mancano: il processo di riassorbimento del numero di persone disoccupate potrebbe arrestarsi nei prossimi mesi. La percentuale di lavoratori che afferma di arrivare a fine mese solo con difficoltà sale nuovamente al 36%. Infine, aumenta lo scetticismo dei lavoratori altoatesini rispetto alle possibilità di risparmio nei prossimi 12 mesi. Le notizie inerenti alle crescenti difficoltà di diversi istituti bancari italiani, la generale incertezza sui mercati finanziari e tassi di risparmio assai contenuti generano uno scenario poco favorevole.

Invariata la previsione di crescita IPL per l’economia altoatesina

A metà 2016 i dati chiave per l’economia altoatesina si presentano in prevalenza soddisfacenti: il trend positivo sul mercato del lavoro altoatesino si è consolidato nel 1° semestre 2016 (occupazione: +2,5%, numero di disoccupati: -2,1%, tasso di disoccupazione: 3,8%). La ripresa è visibile ora in modo chiaro anche nell’edilizia. Le esportazioni nel 1° trimestre 2016 sono in aumento (+4,7%), come anche le importazioni (+0,9%). La stagione turistica invernale si è chiusa con un aumento dei pernottamenti del +6,2%. Considerando soltanto i primi quattro mesi del 2016, l’incremento si è attestato al +5,7%. Inoltre, va rilevato che le prospettive per il turismo altoatesino per la seconda parte dell’anno rimangono buone, grazie al basso rischio terroristico percepito. La dinamica dei prezzi, pari al +0,3% nella media dei primi sei mesi dell’anno, rimane lievemente positiva. Una particolare attenzione in questa fase va rivolta al mercato del credito. Nonostante il volume del credito erogato sia aumentato del +2,6% nei primi quattro mesi dell’anno, l’erogazione di credito a imprese si mostra in brusca frenata nei mesi di marzo e aprile 2016. In considerazione dei fattori sopra indicati, la previsione di crescita dell’IPL pari al +1,0% per l’economia altoatesina può essere confermata.

Slides Clima di fiducia Estate 2016 >>