Ripartenza! E le donne?

L’IPL consiglia | Conciliazione Famiglia-Lavoro | Donne e lavoro | 06 Maggio 2020

Alessandra Casarico (docente di scienze all’Università Bocconi) e Salvatore Lattanzio (ricercatore in economia all’Università di Cambrige) mettono in luce un aspetto assai critico di questa fase due: il 72% dei lavoratori che torneranno al lavoro il 4 maggio sono uomini. Non c’è molto da stupirsi! Il risultato dipende dal fatto che manifatturiero ed edilizia sono settori tradizionalmente occupati in prevalenza dagli uomini. Purtroppo, e qui sta la criticità, questo massiccio ritorno al lavoro da parte degli uomini continuerà a sovraccaricare le donne con ulteriori compiti familiari, con il rischio di ridurre ulteriormente la loro disponibilità al lavoro, già compromessa dalla chiusura delle scuole e dalla mancanza di alternative concrete per sostenere la gestione della famiglia. La Repubblica, 1 maggio 2020 e La Voce.info (solo in italiano).