Convegno IPL su partecipazione aziendale | intervista a Werner Pramstrahler

Bolzano | 11.12.2015 | 08:30-15:00
Centro Pastorale, Sala Conferenze
Evento | 09 Dicembre 2015

“Partnership sociale aziendale” è il titolo del prossimo convegno delll’IPL sulle relazioni industriali di tipo cooperativo per le medie imprese – che cosa significa esattamente? 

 Werner Pramstrahler: „Partnership sociale aziendale o ‘Sozialpartnerschaft’ che è il termine in tedesco, diventato famoso come modello di cooperazione fra le due parti sociali, vuol dire trattare in piena trasparenza gli interessi contrastanti, quelli sociali e quelli aziendali, incontrasi e parlarsi alla pari, spartire i redditi aziendali equamente. È una cultura che deve essere vissuta all’interno di ogni singola azienda e che richiede la partecipazione attiva dei lavoratori assieme alle loro rappresentanze sindacali. Il convegno vorrebbe contribuire al rafforzamento di questa cultura cooperativa con l’obiettivo di creare un sistema di “Sozialpartnerschaft” su misura per l’Alto Adige.“

Come si concretizza allora questa partnership sociale aziendale nell’ambito delle leggi nazionali in materia?

 Werner Pramstrahler: „In Italia esistono una serie di relazioni industriali di tipo cooperativo di secondo livello, basta guardare al Trentino. Vero è che l’Italia all’interno delle relazioni di lavoro collettive non dispone di un forte ancoraggio dei diritti partecipativi dei lavoratori come l’Austria, specialmente a livello aziendale. È proprio per questo motivo che dobbiamo darci da fare. Imprese moderne hanno bisogno di una partecipazione dei lavoratori altrettanto moderna.“

A chi si rivolge il convegno, e cosa potrebbe apprendere un partecipante che viene da un’azienda media?

Werner Pramstrahler: „Presentiamo due studi su come è stata realizzata una partnership sociale nell’ambito aziendale dimostrando che è possibile implementare forme moderne di partecipazione anche con le leggi vigenti. Sono questi i modelli su cui puntare. Grande sfida per i sindacati nel conciliare la tutela collettiva con le esigenze individuali dei lavoratori e delle aziende. Voremmo che questi modelli facciano scuola per più imprese altoatesine.“

Vai al programma e i iscriviti!