11 Luglio 2016

Un tirocinio valido? Ecco sei suggerimenti!

L’estate è il periodo dei tirocini. Per i giovani il tirocinio rappresenta il primo passo verso il mondo del lavoro, per le aziende è invece un’occasione per scoprire nuove risorse. Da anni l’IPL analizza le esperienze di tirocinio degli studenti della Libera Università di Bolzano, nel settore pubblico e privato, anche fuori provincia. Dai risultati della ricerca è possibile ricavare sei utili dritte che fanno del tirocinio un esperienza positiva.

1. Essere chiari fin da subito

La maggior parte dei candidati vogliono conoscere un ambito lavorativo e applicare alla pratica le proprie conoscenze teoriche. E’ fondamentale chiarire sia le proprie aspettative che i propri limiti fin da subito per poter avviare una collaborazione trasparente tra azienda e tirocinante ed evitare delusioni future. Un aspetto sensibile è rappresentato dal compenso: per i tirocinanti non sta in primo piano, ma apprezzano un riconoscimento equo.

2. Avere un piano

Per i tirocinanti è importante essere coinvolti. Non vorrebbero essere trattati come una semplice appendice dell’azienda e che gli si rifilino compiti al solo scopo di tenerli impegnati. Pertanto è importante pianificare fin dall’inizio le modalità ed il percorso del tirocinio, specificando chi fa cosa, come e quando.

 3. È importante avere un tutor

Il tutor ovvero il referente nell’azienda è una figura centrale nel tirocinio. Essere accompagnato da un tutor aziendale durante il tirocinio porta ad una esperienza soddisfacente. Il tirocinante si aspetta dal tutor una supervisione mirata che possa aiutarlo ad applicare le proprie competenze.

 4. Il colloquio finale

Il colloquio finale è importante tanto quanto quello iniziale. Per i tirocinanti è molto utile poter riflettere insieme al tutor sulle attività svolte e quanto imparato durante il tirocinio.

 5. Prendere sul serio i tirocinanti

I tirocinanti consigliano volentieri ad altri le aziende in cui si sono trovati bene. Un alto tasso di raccomandazioni per l’azienda significa senz’altro una minore difficoltà nel trovare futura forza lavoro. Il tirocinante è più propenso alla raccomandazione se seguito con attenzione dal suo tutor ed avendo vissuto un ambiente lavorativo sereno.

6. Prendere sul serio il tirocinio

I tirocini sono utili per l’inserimento nel mondo del lavoro. Nello studio IPL risulta che per gli studenti dell’unibz il 17, 3% delle esperienze di tirocinio è sfociato in una collaborazione a lungo termine o a progetto con l’azienda.

Lo studio IPL sull‘ esperienza di tirocinio degli studenti della Libera Università di Bolzano è consultabile al seguente link: http://afi-ipl.org/wp-content/uploads/2016-05-12-Tirocini-2015-DEF.pdf

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al direttore dell’IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, stefan.perini@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Giovani e mondo del lavoro