10 Maggio 2019

Inversione di tendenza in vista: aumentano i posti fissi

Barometro IPL primavera 2019: Focus settoriale

Per la prima volta da parecchio tempo in Alto Adige i contratti fissi aumentano, mentre i contratti a termine calano, osserva l’IPL. “Sicuramente un effetto della carenza di manodopera, che ha aumentato il potere contrattuale dei lavoratori dipendenti”, commenta il nuovo Presidente IPL Dieter Mayr relativamente al nuovo trend sul mercato del lavoro. Mayr raccomanda alle lavoratrici e ai lavoratori dipendenti di cogliere l’attimo e di insistere, in sede di candidatura, su un contratto a tempo indeterminato.

L’economia altoatesina nel 1° trimestre 2019 conta in media 209.516 lavoratori dipendenti. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente ciò corrisponde ad un aumento del +2,1%. A differenza del recente passato, l’aumento questa volta è riconducibile ai contratti a tempo indeterminato (+3,9%), mentre sono in calo quelli a termine (-2,4%). Nel focus settoriale l’IPL | Istituto Promozione Lavoratori illustra in dettaglio come i lavoratori dipendenti dei diversi settori inquadrano la situazione congiunturale.

Il potere contrattuale dei lavoratori dipendenti aumenta in 6 settori su 7

Le preoccupazioni dei lavoratori dipendenti rispetto alla situazione economica si differenziano in parte sensibilmente nei singoli settori. Elemento comune a tutti i comparti è che gli indicatori che riflettono il mercato del lavoro mostrano valori assolutamente buoni (´Andamento atteso della disoccupazione in Alto Adige´, ´Rischio di perdere il proprio posto di lavoro´, ´Ricerca di un posto di lavoro equivalente´). Proprio l’ultimo indicatore si mostra in miglioramento in tutti i settori ad eccezione dell’agricoltura, raggiungendo in 6 casi il proprio massimo storico. In altre parole: mai come oggi è stato facile per i lavoratori dipendenti trovare un posto di lavoro equivalente a quello che attualmente occupano. Osservando l’andamento dell’indicatore negli ultimi 3 anni, lo stesso ha guadagnato punti ovunque, in un ordine di grandezza che varia dai 20 ai 30 punti indice (vedasi grafico). Questo naturalmente aumenta notevolmente il potere contrattuale dei lavoratori dipendenti, osserva l’IPL.

Buone le prospettive per il posto fisso

La novità degli ultimi mesi è data dal fatto che il numero di contratti a tempo indeterminato ora cresce, mente quello dei contratti a termine è in calo. Evidentemente la buona situazione congiunturale, unitamente alla scarsità di manodopera, costringono molti datori di lavoro in Alto Adige di legare a sé collaboratori offrendo un contratto di lavoro fisso. Se la quota di contratti a termine dal 1998 a 2018 è aumentata gradualmente dal 18% al 29%, la stessa nel 1° trimestre 2019 è scesa al 27%. L’incremento di contratti fissi interessa tutti i settori ed è stato particolarmente pronunciato nell’alberghiero e ristorazione (+8,6%) e nell’edilizia (+4,5%). Questo incremento in molti comparti si unisce ad una diminuzione dei contratti a termine, in particolare nel settore pubblico (-6,7%) e nel manifatturiero (-5,5%). „L’andamento è senz’altro positivo, ma sarebbe prematuro parlare di un trend consolidato”, mette in guardia il Direttore IPL Stefan Perini.

Il PDF focus settoriale del Barometro IPL Primavera 2019 può essere scaricato QUI

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, stefan.perini@afi-ipl.org) e al ricercatore IPL Friedl Brancalion (T. 0471 41 88 40, friedl.brancalion@afi-ipl.org).

Andamento dei rapporti di lavoro per settore.
Variazione 1° trim. 2018 – 1° trim. 2019 (%)
  Indeterminato A termine
Agricoltura +3,2 +6,8
Attività manifatturiere +3,8 -5,5
Edilizia +4,5 -0,8
Commercio +3,6 -3,9
Alberghiero e ristorazione +8,6 +0,1
Settore pubblico +3,3 -6,7
Servizi privati +3,6 -3,2
Economia complessiva +3,9 -2,4
Fonte: Osservatorio mercato del lavoro © IPL 2019

Comunicati stampa IPL |