25 Ottobre 2019

Lavoro 4.0, dalla teoria alla buona pratica

Convegno IPL

La digitalizzazione della produzione, dell’economia e della società prosegue a pieno regime. Dalla teoria, che prospetta futuri scenari, si passa ora alla pratica: come si può giungere ad un Lavoro 4.0 sostenibile dal punto di vista sociale? Se lo è chiesto l’IPL in un convegno al NOI Techpark a Bolzano. Come risposta a questa domanda l’IPL presenta una „roadmap“ per le parti sociali locali, che fissa le linee più importanti nonché le fermate nella rete dei trasporti verso il “Buon lavoro 4.0”.

4.0 era il tema di fondo dell’IPL | Istituto promozione lavoratori nel 2018. Le conoscenze acquisite nel corso dei seminari specialistici, nonché dalle relazioni e dai dibattiti, ha fatto nascere una domanda, ovvero come le parti sociali possano accompagnare il processo di trasformazione digitale dalla teoria alla pratica, nonché concretizzarlo. Il Direttore IPL Stefan Perini: “Quanto sia progredito il lavoro digitale quotidiano, come reagiscono concretamente a questa trasformazione digitale le imprese, le istituzioni formative e le parti sociali, tutto ciò viene esplicitato grazie ad esperti, a personalità di spicco della scienza, ai sindacati, alle università e alle associazioni economiche e datoriali.”

La psicologa del lavoro e delle organizzazioni Silvia Feuchtl della Arbeiterkammer Niederösterreich ha esposto nella sua relazione l’„offensiva digitale“ della Arbeiterkammer stessa, che accompagna quotidianamente e passo dopo passo i lavoratori nel partecipare attivamente al cambiamento in atto.

PhD Francesco Seghezzi, Presidente della Fondazione ADAPT di Bergamo, ha portato esempi concreti già presenti nella contrattazione italiana. Seghezzi vede nella contrattazione un trend verso una maggiore flessibilità rispetto ai compiti lavorativi, agli orari ed ai luoghi di lavoro, ma anche una sempre più forte logica della partecipazione, del partenariato sociale e l’aspirazione verso una maggiore competenza digitale nell’”Italia 4.0” del futuro.

Prof. Dr. Johann Gamper, Vicerettore per la ricerca della Libera università di Bolzano ha illustrato come l’unibz reagisce alle sfide di una „uni 4.0“ digitale.

Come punto principale del convegno Silvia Vogliotti e Elisa Ganzer dell’IPL hanno presentato una „roadmap“ per le parti sociali locali. In questa “mappa” l’IPL fissa le linee più importanti nonché le fermate nella rete dei trasporti verso il “Buon lavoro 4.0”.

Nella tavola rotonda finale si sono scambiate i loro punti di vista e le loro esperienze: Cinzia Maiolini, Responsabile del progetto Lavoro 4.0 della CGIL Italia, Josef Tschöll, esperto in diritto del lavoro, Hannes Mussak, Presidente della Rete swrea economia Alto Adige, Günther Mathà, Direttore della Libera università di Bolzano e Dieter Mayr, Segretario generale sostituto della SGBCISL nonché Presidente dell’IPL. Il convegno è stato moderato da Hermann Troger e da Stefan Perini.

Statement del Presidente IPL Dieter Mayr

„Compito di tutti noi è impegnarci affinché possa esistere il „Buon lavoro 4.0”. Le organizzazioni sindacali e datoriali e la politica devono comprendere che adesso inizia un nuovo capitolo delle relazioni industriali.”

Statement dell’Assessore Philipp Achammer

„La Roadmap IPL ‘Buon lavoro 4.0’ illustra la strada verso la trasformazione digitale e contribuisce al fatto che le parti sociali, le imprese e le istituzioni siano preparate al profondo cambiamento in ambito digitale. Vogliamo lavorare insieme su questo aspetto, per fare dell’Alto Adige uno dei più ambiti luoghi di lavoro in Europa.“

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, stefan.perini@afi-ipl.org).

>> PDF ROADMAP + 20 TICKET

Comunicati stampa IPL |