03 Settembre 2021

Crisi abitativa: focus sulle quattro realtà abitative del Sudtirolo

Foto: AFI-IPL

Abitare

Nel 2022 le politiche abitative del Sudtirolo compiranno cinquant’anni: una serie di regole e strumenti che hanno raggiunto traguardi importanti, ma che nel tempo hanno dimostrato difetti ed incentivato trend che ne minano i vantaggi. “Le nostre analisi mostrano che la situazione del mercato abitativo in Sudtirolo non è unica, ma che si possono differenziare quattro realtà, per le quali sono necessarie misure diverse”, spiega il Direttore IPL Stefan Perini. Durante il convegno dal titolo “Crisi abitativa in Alto Adige: 4 realtà – 4 linee di intervento” si sono confrontate circa 60 persone tra amministratori, sindacalisti, operatori delle mondo cooperativo e del sociale , divisi in quattro tavoli di lavoro territoriali.

Dal 2017 l’IPL | Istituto Promozione Lavoratori si occupa delle politiche abitative in Provincia di Bolzano: il tema dell’abitare “accessibile” è infatti centrale per le lavoratrici ed i lavoratori del Sudtirolo. Lo dimostra anche la “domanda speciale” del Barometro IPL (edizione invernale), dove, riguardo alle difficoltà dell’accesso alla casa, nove intervistati su dieci indicano come il problema più grave siano i prezzi troppo elevati. Una difficoltà riconosciuta dalla stessa Amministrazione provinciale, che oltre ai diversi strumenti già esistenti intende elaborare un modello di calmieramento dei prezzi su parte del mercato abitativo.

Gli studi IPL

Nel corso della sua attività di ricerca, l’IPL ha organizzato molte iniziative e pubblicato tre studi, mettendo insieme una notevole “cassetta degli attrezzi”, contenente analisi, strumenti e possibili innovazioni. “Ma come gli attrezzi non possono essere utilizzati per qualsiasi lavoro, perché ciascuno ha una sua precisa applicazione, così gli strumenti delle politiche abitative devono essere adattati al contesto su cui agiscono”, spiega il ricercatore IPL Lorenzo Vianini. L’analisi scientifica dell’IPL evidenzia infatti l’esistenza di quattro diversi mercati abitativi, in cui sono differenti i bisogni, le strategie e le necessità.

Il convegno a carattere di workshop

Quali sono i punti di debolezza dell’attuale sistema? Quali strategie adottano le amministrazioni e i soggetti sociali per garantire l’accesso all’abitazione a quanti intendono vivere in Sudtirolo? Quali bisogni e necessità devono trovare risposta nelle politiche abitative del futuro? A queste tre domande hanno risposto i rappresentanti sindacali, delle organizzazioni sociali e delle amministrazioni locali che hanno partecipato al convegno e discusso in specifici tavoli di lavoro.

I risultati emersi sono stati presentati in una sessione plenaria. “Il convegno ha portato ad importanti conclusioni, riuscendo a congiungere l’attività di ricerca dell’IPL al know-how dei partecipanti, più orientati alle soluzioni concrete. I risultati verranno presentati nel corso della prossima settimana, ma è già possibile sottolineare come molte proposte ed osservazioni trovino importanti punti di contatto con le analisi dell’IPL”, anticipa Vianini.

Statement della Vicepresidente IPL Monica Murari

“Da ormai diversi anni l’IPL si occupa delle politiche abitative in Provincia: un’attività di ricerca fortemente voluta dagli stakeholder dell’Istituto, sindacati ed organizzazioni sociali, che riconoscono come le difficoltà dell’accesso alla casa penalizzino fortemente le lavoratici ed i lavoratori del Sudtirolo. La riforma delle politiche abitative dovrà essere in grado di rimuovere tali ostacoli, economici e non solo”.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, stefan.perini@afi-ipl.org) oppure al ricercatore IPL Lorenzo Vianini (T. 0471 41 88 30, lorenzo.vianini@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Abitare