12 maggio 2017

Il premio va al futuro “umano” del lavoro

(da sx) Presidente IPL Christine Pichler, Collaboratrice IPL Maria-Lisa Maffei, professoressa Claudia Mühlberger, Mirko Gazzetta, Anna Vittur, Max Töchterle (tutti WFO „Heinrich Kunter“) Jakob Puff, Den-nis Schönegger (entrambi TFO „Max Valier“) e Tanja Rainer, membro del consiglio SJR.

Jakob Puff e Dennis Schönegger dell’Istituto Tecnologico (TFO) Max Valier a Bolzano sono i vincitori del Concorso a tema „Work&Me“, edizione 2016/17. Nel loro elaborato per il concorso hanno un atteggiamento positivo rispetto alla presenza dei robot nel futuro. Il messaggio che vogliono trasmettere è, infatti, che alla fine le capacità dell’uomo emergeranno anche in un mondo del lavoro digitale. Il secondo premio è stato ritirato da Anna Vittur, Max Töchterle e Mirko Gazzetta in rappresentanza della classe 4B-WM dell’ Istituto Tecnico Economico (WFO) Heinrich Kunter di Bolzano.

Il concorso a tema „Work&Me“ dell’IPL | Istituto Promozione Lavoratori attira sempre nuove e creative menti tra i ragazzi dell’Alto Adige. La maggior parte dei partecipanti al concorso sono vicini alla maturità e si fanno molte domande su quello che sarà il loro futuro lavorativo. L’IPL è lieto di riconoscere la rappresentazione creativa dei ragazzi, così come afferma la Presidente dell’IPL Christine Pichler durante la Premiazione. Con uno sguardo alla vita lavorativa che aspetta i giovani partecipanti al concorso, la presidente li rassicura: “Ricordate che i sindacati e le associazioni sociali, colonne portanti dell’IPL, sono dalla vostra parte”. Il concorso a tema viene supportato anche dal Südtiroler Jugendring. Tanja Rainer, membro del consiglio del SJR, nel suo saluto ai vincitori sottolinea che il Jugendring, organizzazione che fa da tetto alle associazioni giovanili dell’Alto Adige, riunisce i rappresentanti dei giovani in politica e nella società e partecipa con convinzione ad iniziative che vedono momenti di formazione come “Work&Me”.

La giuria del concorso a tema “Work&Me” ha decretato vincitori Jakob Puff e Dennis Schönegger della (TFO) Max Valier perché “la loro grafica è espressione del fatto che anche con l’era dell’Industria 4.0 le qualità umane avranno un grande valore nel mondo del lavoro. Lo stile utilizzato a primo impatto può sembrare una contraddizione, il messaggio che porta infatti è visibile solo con uno sguardo più attento”, afferma Werner Pramstrahler dell’IPL in qualità di membro della commissione.

Il secondo premio è stato aggiudicato dalla classe 4B WM dell’Istituto Tecnico Economico “H.Kunter” di Bolzano. A ritirare il premio è stata la professoressa Claudia Mühlsteiger che lo ha subito consegnato ai suoi studenti Anna Vittur, Mirko Gazzetta è Max Töchterle venuti in rappresentanza della classe. Il loro video “Was wird aus uns?”(“Che ne sarà di noi?”) mostra le opportunità e i rischi che i giovani incontrano nel mondo del lavoro. Maria Lisa Maffei (IPL) si complimenta per il lavoro svolto in quanto le scenette rappresentate sono molto variegate e mostrano, anche per mezzo delle diverse lingue, le situazioni tipiche del mondo del lavoro altoatesino.

Più foto in risoluzione media trovate QUI. Per ulteriori informazioni: Werner Pramstrahler (T. 0471 41 88 44, werner.pramstrahler@afi-ipl.org) oppure Maria Lisa Maffei (T. 0471 41 88 37, maria-lisa.maffei@afi-ipl.org). I lavori possono essere visionati sia sulla pagina web www.afi-ipl.org che sui canali social dell’istituto.

Comunicati stampa IPL | Work & Me |