20 Dicembre 2021

I profili dei redditi da lavoro dipendente

Foto: Pixabay

Redditi

I redditi da lavoro dipendente variano notevolmente in funzione di settore economico, dimensione e natura giuridica dell’azienda. Complessivamente, negli ultimi anni, si è assistito ad un costante incremento dell’ammontare dichiarato dai lavoratori dipendenti. “Gli scossoni della crisi pandemica potrebbero cambiare notevolmente gli equilibri”, afferma il Direttore IPL Stefan Perini, – “effetti che dovrebbero venire alla luce nelle dichiarazioni dei redditi 2021, relative all’anno d’imposta 2020”.

Con le dichiarazioni dei redditi del 2020 (relative all’anno di imposta 2019), i contribuenti altoatesini hanno dichiarato al fisco redditi da lavoro dipendente e assimilati per un ammontare complessivo di 6,2 Miliardi di euro. Considerando i 282.261 percettori, si registra un reddito medio da lavoro dipendente pari a 21.963 €. Questi sono solo alcuni dei dati ricavati dall’ultima analisi pubblicata oggi dall’IPL | Istituto Promozione Lavoratori.

“I dati del Ministero dell’Economia e delle Finanze utilizzati sono frutto di un incrocio dei modelli Unico e 730 delle persone fisiche con i modelli Certificazione Unica CU che il datore di lavoro compila in qualità di sostituto di imposta”, puntualizza il ricercatore IPL Matteo Antulov. “Ciò permette di considerare anche quei soggetti che non hanno fatto la dichiarazione annuale dei propri redditi, ad esempio perché esonerati dall’obbligo di presentazione”.

I dati settoriali

In Alto Adige, la parte più consistente dell’ammontare di reddito da lavoro dipendente viene generata nel settore terziario, nel quale viene dichiarato il 71,0% del reddito complessivo. In particolare, si distinguono il settore pubblico (29,2%) e il settore dei servizi privati (18,5%). I settori del commercio e dell’alberghiero, invece, valgono rispettivamente il 12,7% e il 10,6%. Un quarto del reddito totale è generato dal settore produttivo, suddiviso tra manifatturiero (18,0%) ed edilizia (7,0%). Il 4,0% rimanente, infine, deriva dal settore dell’agricoltura.

L’identikit del percettore di reddito da lavoro dipendente

Oltre a mettere a fuoco gli ambiti in cui vengono prodotti i redditi da lavoro dipendente, l’IPL ha analizzato nel dettaglio la situazione reddituale in base al settore economico, alla natura giuridica e alla dimensione del sostituto d’imposta. Volendo, dunque, fare l’identikit del contribuente altoatesino con il reddito da lavoro dipendente più elevato, emerge che esso lavora nel settore manifatturiero e in società di capitali aventi più di 250 dipendenti. Al contrario, chi ha dichiarato il reddito da lavoro dipendente più basso è impiegato in microimprese (imprese aventi al massimo 5 dipendenti) del settore primario, spesso organizzate come ditte individuali.

I dati devono essere sempre contestualizzati

Dai dati pubblicati con l’odierno ZOOM IPL emergono disparità consistenti, le quali, tuttavia, devono essere interpretate con cautela. Tali sproporzioni sono determinate dalle peculiarità di ciascun settore: si pensi ad esempio alla forte stagionalità che caratterizza il settore dell’agricoltura e che dunque lo porta a registrare un reddito medio molto inferiore alla media (9.096 € contro una media altoatesina di 21.963 €), o alla forte incidenza di contratti di lavoro part-time in alcuni settori come il pubblico.

Statement del Presidente IPL Dieter Mayr

“Le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti altoatesini sono ormai da anni oggetto di studio dell’IPL. In questa occasione, mi preme sottolineare che l’82% dell’IRPEF viene pagata da lavoratori dipendenti e pensionati, mentre il lavoro d’impresa e quello autonomo incidono per meno del 15%. Questo dice già molto su quali dovrebbero essere i lineamenti di una seria riforma fiscale: l’allargamento della base imponibile e una seria lotta all’evasione e all’elusione fiscale. I 60 mio. di € che gravano sulle imprese reintroducendo in Alto Adige l’aliquota ordinaria dell’IRAP non è certo una richiesta fuori misura”.

Grafico 1: Ammontare dei redditi da lavoro dipendente per macrosettore di attività economica del sostituto d’imposta, a.i. 2019 (%)
Grafico 2: Redditi IRPEF dichiarati per tipologia di reddito, anno imposta 2019 (%)

****

Lo ZOOM IPL Nr. 63 “I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2020 – Parte 4: redditi da lavoro dipendente“ può essere scaricato qui.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, C. 349 833 40 65, stefan.perini@afi-ipl.org) o al ricercatore IPL Matteo Antulov (T. 0471 41 88 38, matteo.antulov@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Lavoratori e lavoratrici dipendenti | Redditi