25 Agosto 2017

I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2016 Parte 2: analisi delle disuguaglianze [Zoom 20|2017]

Matilde Cappelletti, Luca Frigo

Dalle ultime analisi IPL sui dati delle dichiarazioni dei redditi risulta che, dopo la tassazione, le differenze reddituali esistenti tra i contribuenti siano attenuate almeno in parte. Misure quali no-tax area, oneri deducibili e detraibili e la progressività dell’imposta svolgono sicuramente una funzione di redistribuzione. Ad esempio, degli oneri detraibili beneficiano soprattutto le classi di reddito inferiori ai 35.000 €. In generale, senza l’effetto di misure di cui sopra i contribuenti altoatesini avrebbero dovuto versare al fisco oltre 2,5 miliardi di Euro, invece dei 1,9 miliardi di Euro di imposte versate nell’anno d’imposta 2015 da 322.981 contribuenti altoatesini.

Attraverso l’analisi dei dati delle dichiarazioni dei redditi del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) analizzati dall’IPL | Istituto Promozione Lavoratori è stato possibile studiare il potere redistributivo del sistema di imposta sul reddito dei contribuenti altoatesini e studiare se dopo la tassazione la disuguaglianza reddituale sia più bassa rispetto i livelli pre-imposta.


Leggi lo Zoom IPL: I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2016 Parte 2: analisi delle disuguaglianze

Zoom IPL | Redditi