08 Maggio 2020

Il Paese dei benestanti e dei furbi

Foto: Image Team

14.874 – è questo il numero di chi in Alto Adige nel 2019 ha dichiarato al fisco un reddito lordo annuo superiore ai 75.000 €. Con ciò rispetto al 2017 il numero di “benestanti” è aumentato di 2.000 unità, rileva l’IPL. Il reddito medio dichiarato in Alto Adige si attesta su 24.761 €. Nel confronto nazionale, in termini di reddito e gettito generato la provincia di Bolzano si colloca in seconda posizione, preceduta solo dalla Lombardia. “La nota dolente è che le dichiarazioni dei redditi anche nei tempi buoni pre-Covid19 mostrano grandi disparità e buchi”, spiega il Direttore IPL Stefan Perini.

Sono stati 427.970 gli altoatesini che nel 2019 hanno dichiarato redditi relativi al 2018 di varia natura al fisco, per un ammontare totale di 10,6 miliardi di euro, corrispondente ad un reddito medio dichiarato di 24.761 €. Volendo stilare una classifica nazionale sui redditi medi, la Provincia di Bolzano si colloca al secondo posto, preceduta soltanto dalla Lombardia (25.666 €).

Molti “paperoni”, ma anche tantissimi a basso reddito

L’IPL | Istituto Promozione Lavoratori analizza ormai da anni i dati pubblicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze relativi alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche. “In Alto Adige nel 2019 sono state 14.874 le persone che hanno dichiarato al fisco un reddito superiore a 75.000 € lordi. Ciò equivale a 2.000 persone in più rispetto a due anni prima – un aumento che probabilmente dopo a seguito della crisi Covid19 probabilmente non si ripeterà a breve. Dall’altra parte rileviamo che ci sono 112.208 persone che dichiarano al fisco meno di 10.000 €”, spiega il Direttore IPL Stefan Perini rilevando una forte disparità nella distribuzione dei redditi.

Est ricco, nell’Ovest nulla di nuovo

I cinque comuni con i redditi complessivi medi più elevati sono quelli che l’IPL rileva ormai da anni: Corvara in Badia (30.803 €), Falzes (29.713 €), Brunico (29.449 €), Selva di Val Gardena (29.324 €) ed Appiano (28.549 €). Il Comune capoluogo, Bolzano, recupera rispetto all’anno precedente e passa dalla 14a alla 12a posizione con un importo medio pari a 26.889 €. In coda alla classifica troviamo una serie di comuni della Val Venosta: Laces (16.175 €), Castelbello Ciardes (14.318 €), Lasa (14.131 €), nonché i comuni montani Martello (14.903 €) e Tubre (14.571 €). Tali divari nella distribuzione della ricchezza sono ascrivibili alla diversa struttura economico-occupazionale dei singoli territori, alla situazione particolare dell’agricoltura nonché al fenomeno dei lavoratori transfrontalieri”, spiega Perini.

Leggi lo Zoom IPL: “I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2019 Parte 1: uno sguardo generale al territorioQUI.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 41 88 30, stefan.perini@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Redditi