30 Luglio 2021

Tra speranze e realismo

Foto: Fotolia

Focus settoriale del Barometro IPL

Il mercato del lavoro altoatesino, nel 2° trimestre dell’anno, recupera decisamente e il clima di fiducia dei lavoratori dipendenti schizza verso l’alto. Puntando i riflettori sulle singole realtà settoriali emergono, tuttavia, anche punti dolenti: il clima di fiducia contenuto di chi lavora nell’agricoltura e nell’edilizia; la bassa stabilità occupazionale nell’alberghiero; la bassa occupabilità di chi lavora nel pubblico.

Esattamente due settimane fa, l’Istituto Promozione Lavoratori ha presentato i principali risultati del Barometro IPL nell’ambito di una conferenza stampa, in presenza dell’Assessore al lavoro Philipp Achammer. Ora è la volta dei risultati dettagliati per ognuno dei sette settori analizzati. Il focus settoriale, infatti, illustra come i lavoratori dipendenti dei diversi comparti valutano la propria situazione personale e quella dell’economia nel suo complesso. L’indagine telefonica ha interessato 500 lavoratori dipendenti ed è rappresentativa per l’Alto Adige. Le interviste sono state condotte tra il 1° e il 20 giugno 2021.

Il trimestre della ripresa

Tra aprile e giugno il processo di recupero sul mercato del lavoro altoatesino ha preso ritmo e ha riportato l’occupazione dipendente quasi ai livelli pre-crisi (2019). Il 2° trimestre 2021 si chiude con un aumento dell’occupazione dipendente pari al +4,6% rispetto all’anno precedente. Il tutto è riconducibile quasi esclusivamente alle assunzioni con contratto a tempo determinato / stagionale (+20,5%). Il numero di contratti a tempo indeterminato è aumentato solo del +0,7%. Cifre che l’IPL vede in parte con favore, in parte  con qualche perplessità. Come commenta il Presidente IPL Dieter Mayr: “Riscontriamo positivamente che oggi un grande numero di persone è nuovamente inserito in un contesto lavorativo. Siamo consapevoli, tuttavia, che allo stesso tempo, le medesime persone sono le prime a rischiare qualora vi fosse un 4° lockdown.”

Il miglioramento come tendenza di fondo

“Non possiamo dire che tutti gli otto indicatori nei sette settori siano migliorati, ma è pur vero che ciò vale per la stragrande maggioranza dei casi”, afferma il ricercatore Matteo Antulov, che all’interno dell’Istituto cura il Barometro IPL. In particolare, l’indicatore di fiducia più importante, ovvero quello che riflette le aspettative per lo sviluppo economico nei prossimi 12 mesi, mostra un andamento simile in tutti i settori. In tutti i casi, dunque, la tendenza dell’ultimo trimestre risulta essere in miglioramento. A tal riguardo si segnala che i lavoratori dipendenti dei servizi privati si dimostrano i più ottimisti, mentre quelli dell’edilizia i più scettici.

Le differenze: non sono tutte rose e fiori

Uno sguardo accurato nei singoli settori fa emergere anche delle differenze nelle percezioni:

  • Tra tutti i settori dell’economia altoatesina, l’agricoltura e l’edilizia sono gli unici che presentano un peggioramento del clima di fiducia rispetto a 12 mesi prima.
  • Nel commercio le difficoltà nel trovare un posto di lavoro equivalente vengono descritte come notevoli. A detta degli stessi dipendenti, cambiare posto di lavoro risulta particolarmente difficile per chi lavora nel pubblico settore.
  • Il rischio di perdere il proprio posto di lavoro è percepito come molto elevato nell’alberghiero.

Grafico: Tasso di variazione mensile dell’occupazione dipendente in Alto Adige (m/m-12; %)
Grafico: Sviluppo previsto della situazione economica in Alto Adige

Tutti i risultati del Focus settoriale del Barometro IPL Estate 2021 sono pubblicati qui e su www.afi-ipl.org/it/barometro-ipl. Il focus settoriale riproduce gli andamenti degli 8 indicatori di fiducia per ognuno dei 7 settori analizzati.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Direttore Stefan Perini (T. 0471 41 88 30 o 349 833 40 65, stefan.perini@afi-ipl.org) e al ricercatore Matteo Antulov (T. 0471 41 88 38, matteo.antulov@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Lavoratori e lavoratrici dipendenti | Mercato del lavoro