09 Ottobre 2020

Un quartetto di temi per il 2021

Foto: AFI-IPL

Consiglio IPL

Disuguaglianze, smartworking, finanza pubblica e appalti pubblici: sono questi i principali ambiti di ricerca fissati dal Consiglio dell’IPL per il 2021 nel corso dell’ultima seduta. Il commento del Presidente IPL Dieter Mayr: “Abbiamo rimarcato che la crisi da Coronavirus ha unito sindacati ed associazioni sociali. È nostra intenzione rafforzare ed amplificare l’interazione tra l’IPL e i suoi stakeholder”.

L’annuale workshop strategico è un appuntamento fisso per i 20 membri del Consiglio dell’IPL. L’incontro di quest’anno, tenutosi presso il centro di formazione Lichtenburg a Nalles, è stato incentrato sul Covid-19 e sulle sue conseguenze a livello economico e sociale. Il Consiglio dell’Istituto ha individuato un quartetto di attività cardine di cui dovrà occuparsi l’IPL nel corso del prossimo anno.

1.  Disuguaglianze
L’attuale emergenza sanitaria porta con sé il rischio di accentuare ulteriormente le divisioni nella società. L’IPL analizzerà dove questi rischi si presentano concretamente e su tale base formulerà adeguate proposte al fine di contrastarli.

2.  Smartworking
Lo smartworking – utilizzato durante il lockdown in una situazione di emergenza – dovrà essere messo a regime con delle solide basi di diritto del lavoro e di contratti collettivi, se si vuole che questa nuova forma di lavoro sia vantaggiosa sia per i datori di lavoro che per i dipendenti. L’IPL segnalerà a cosa occorrerà prestare particolare attenzione.

3. Finanza pubblica
I pacchetti di aiuti e le minori entrate fiscali conseguenti al Covid-19 provocheranno senza dubbio dei grandi buchi nei bilanci pubblici. Come si potrà affrontare questa situazione senza causare gravi disagi sociali? L’IPL studierà delle soluzioni idonee per poter gestire la crisi in modo socialmente equo.

4. Appalti pubblici
Gli stanziamenti pubblici determinano una parte non trascurabile delle prestazioni economiche in Alto Adige. Oggi più che mai è importante garantire le assegnazioni a quelle aziende (preferibilmente locali) che offrono buone condizioni di lavoro e adottino gli accordi integrativi provinciali. L’IPL accerterà come si possa garantire che gli appalti vengano assegnati a chi opera con comportamenti esemplari.

La celebrazione del 25° anniversario dell’Istituto avrà luogo non appena le norme sulla pandemia lo permetteranno – probabilmente all’inizio dell’estate 2021.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Direttore IPL Stefan Perini (T. 0471 418830 o 349 833 40 65, stefan.perini@afi-ipl.org).

Comunicati stampa IPL | Futuro