16 Giugno 2021

Un trittico di temi per il 2022

Foto: AFI-IPL

L’IPL in clausura

Nuove povertà, aiuti Covid ai lavoratori e “lavoro grigio”: questo il trittico di temi che il Consiglio dell’IPL ha delineato per il 2022 nel corso della clausura tenutasi lo scorso 10 giugno. Il commento del Presidente IPL Dieter Mayr: “Vogliamo approfondire quanto la crisi del Coronavirus abbia creato “nuovi poveri” in Alto Adige, ma anche quale parte dei contributi legati al Covid siano effettivamente andati nelle tasche di lavoratori e lavoratrici altoatesine. Infine, in che misura il sistema dei trasferimenti pubblici crei un meccanismo, per cui molti dipendenti della nostra terra accettano di lavorare in situazioni di “lavoro grigio”, con orari di lavoro dichiarati minori di quelli effettivi, per non perdere tutta una serie di contributi e trasferimenti monetari legati essenzialmente al reddito”.

L’IPL | Istituto Promozione Lavoratori è un ente di diritto pubblico finanziato prevalentemente dalla Provincia. La governance dell’Istituto è affidata ai sindacati e alle organizzazioni sociali dei lavoratori più rappresentative sul territorio, mentre la sua “mission” consiste nel curare gli interessi professionali e economico-sociali dei lavoratori e delle lavoratrici mettendo a punto ricerche e facendo formazione.

Il Consiglio IPL si è riunito per una giornata di clausura, un appuntamento che si ripete ogni anno per i 20 membri che lo compongono. L’incontro di quest’anno, tenutosi in presenza presso il centro di formazione Lichtenburg a Nalles, è stato incentrato sul Covid-19 e sulle sue conseguenze a livello economico, lavorativo e sociale. Il Consiglio dell’Istituto ha individuato un trittico di attività di cui dovrà occuparsi l’IPL nel corso del 2022.

Focus 1: nuove povertà

L’attuale situazione pandemica che si protrae ormai da quasi un anno porta con sé il rischio di aumentare ulteriormente le divisioni nella società e fa emergere nuove povertà e categorie particolarmente a rischio. L’IPL analizzerà dove sono aumentate le disuguaglianze in Alto Adige e dove si stanno creando sacche di nuovi poveri, e su tale base formulerà adeguate proposte al fine di contrastare questi fenomeni.

Focus 2: aiuti Covid nelle tasche di chi?

I vari pacchetti di aiuti legati all’emergenza Covid erogati in questi mesi dell’ente pubblico, a beneficio di chi sono andati? A chi andranno quelli dei mesi a venire? L’IPL vuole approfondire quanta “fetta di torta” è andata all’economia e alle imprese, e quanta fetta è spettata dallo scoppio della pandemia ad oggi, nonché quanta spetterà ai lavoratori e alle lavoratrici dipendenti coi programmi di aiuti che stanno partendo.

Focus 3: trasferimenti pubblici e “lavoro grigio”

Il complesso ed articolato sistema di trasferimenti e contributi pubblici in Alto Adige se da un lato garantisce una migliore redistribuzione delle risorse, porta però con sé un meccanismo per cui molti lavoratori e lavoratrici, pur di non perdere o vedersi ridurre le prestazioni di cui attualmente godono, a volte accettano il “lavoro grigio”; ovvero di celare parte del lavoro dichiarato e su cui vengono versati i contributi sociali e pensionistici per far figurare un reddito minore. Così facendo si crea un circolo vizioso che rende conveniente nascondere parte della propria prestazione lavorativa per non perdere alcuni contributi, con un evidente danno per la collettività, se pensiamo alle minori entrate fiscali e contributive. Come si può migliorare questa situazione senza causare ingiustizie? È quanto l’IPL cercherà di approfondire, nell’ottica di gestire in modo socialmente equo tutto il sistema dei trasferimenti pubblici.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Presidente IPL Dieter Mayr (T. 349 382 95 18, dieter.mayr@sgbcisl.it) e alla Vicedirettrice IPL Silvia Vogliotti (T. 0471 41 88 35, silvia.vogliotti@afi-ipl.org).

Nella foto: i componenti del Consiglio IPL con il Direttore Stefan Perini e la Vicedirettrice Silvia Vogliotti

Comunicati stampa IPL |