14 Dicembre 2015

L’addizionale regionale all’IRPEF in Alto Adige: quali possibilità di intervento? [Zoom 05|2015]

Luca Frigo

Non è facile sostenere quali siano per la mano pubblica le manovre migliori da attuare: procedere nella direzione di un alleggerimento del carico fiscale sui contribuenti o piuttosto in un rafforzamento del welfare mediante il gettito generato dall’imposizione fiscale?

Il focus andrebbe spostato non tanto sul gettito derivante dalle manovre quanto sull’equità sociale che esse generano. In tal senso sarebbero quindi auspicabili interventi che da un lato alleggeriscano le fasce più deboli e dall’altro non penalizzi però il ceto medio.

L’estensione della no-tax area dell’addizionale regionale all’IRPEF in Provincia di Bolzano fino a soglie superiori agli attuali 20.000 € comporta nell’immediato minori entrate per le casse provinciali, ma maggiore potere d’acquisto per i contribuenti. La recente ipotesi di innalzamento della no-tax area a 28.000 € a partire dal 2016 comporterà una maggiore disponibilità di 344 € all’anno per contribuente.

Leggi lo Zoom IPL: L’addizionale regionale all’IRPEF in Alto Adige: quali possibilità di intervento? >>

 

 

Zoom IPL | Conti pubblici | Redditi